Quattro cardinali nel piatto

Quattro cardinali nel piatto

Quattro cappelli di cardinale se ne andavano allegramente in un ragù di olive e pomodorini del Piennolo. Quattro copricapi dalle quattro punte perfette, di un giallo brillante, quasi fossero fatti di pasta fresca. Ma c’è anche chi dice che la farina e le uova ci fossero davvero…

Quel che stupisce era il loro ripieno: “baccalà” risuonava nelle orecchie. Possibile? Dal pulpito alla padella, passando per l’essere stati merluzzi. Mistero. Nel frattempo, una manciata di pinoli pioveva sulle loro teste, andando a unirsi a quel sentore di affumicato che aleggiava nel pomodorino al centro. Tutt’attorno un bianco scintillante: un candore di porcellana che concentrava l’attenzione sulla piccola compagnia, immersa in toni rossi e profondi. Semplice… ma di lusso. Oppure un lusso che non voleva ostentare troppo. Un po’ come voleva far intendere qualcuno che sembrava animare i fornelli poco distanti. E, in effetti, pensando (o gustando) a quei cappelli di cardinale, se ne poteva trovare la conferma. Ingredienti tradizionali, non ricercati, accostati fino a diventare sublimi. Sapori che ricordavano il Mediterraneo, con i suoi pesciolini e le sue olive ambrate, sapientemente unite al pomodoro più rosso. Il tutto con quell’intermediario del cappello: non più scontato raviolo, ma dignitosissimo protagonista di una combinazione vincente.

È così che nella testa di ogni cardinale si formulava il loro prossimo sermone. Che discorso esemplare sarebbe stato. La pasta avrebbe accolto la folla; al primo impatto si sarebbe percepito un ragù stuzzicante, così da catturare l’attenzione. Solo alla fine, poi, si sarebbe giunti al cuore: un cuore morbido e cremoso, tra il baccalà e il limone quanto basta per soddisfare l’animo. E se qualcuno non si fosse trovato soddisfatto dal primo boccone, avrebbe solo dovuto aspettare di arrivare fino all’ultimo signor cardinale…

Creativamente tratto da una cena da Alessandro Borghese – Il Lusso della Semplicità


Related Posts

Praline di Fuorisalone: day 6

Praline di Fuorisalone: day 6

E per finire in bellezza…un pomeriggio tra rose e fiori. O meglio, tra ROSA e fiori. Si parla di Stranger Pinks: una delle chicche più raffinate di tutto il Fuorisalone. Una casetta delicata immersa in una via ricca di giardini, verde e boccioli profumati. Come […]

Cappuccino e girella all’uvetta

Cappuccino e girella all’uvetta

Ci sono certe mattine in cui ci vuole un buon motivo per alzarsi dal letto. Un motivo non scontato, che non sia non la prospettiva della solita colazione. Un cappuccino e una girella di pasta sfoglia cadono a pennello; tanto più se serviti in uno […]