Quel dolce primo di maggio

Quel dolce primo di maggio

Il primo giorno di maggio sa tanto di primavera. Ha un sapore delicato, spensierato, che fa venire voglia di immergersi nella natura ormai fiorita. È un dolce ricordo, che comincia con una passeggiata, per finire, poi, con una coppetta di risolatte alla cannella. 

Una giornata strana, in mezzo alla settimana, come senza un perché. Non si lavorava, ma le cose da fare erano comunque troppe. Meglio interrompere un attimo; meglio prendere un po’ d’aria fresca per le vie inondate dal caldo sole del pomeriggio. Ci voleva un tocco di verde, in quel primo di maggio. Un tocco di verde speciale, che potesse essere condiviso con la propria mamma. Trovarlo non era semplice, ma un nome risuonava nelle orecchie: “ Via dei Giardini”… doveva esserci qualcosa, laggiù. 

Ed ecco un’altalena. Su e giù. Su e giù. Indietro nel tempo, in uno dei pomeriggi infiniti, passati a dondolarsi con l’occhio materno attento poco distante. Attimi di spensieratezza, di gioia, di pace. Attimi che si avvicinano almeno un pochino a questo primo di maggio. Anche qui l’altalena non mancava, la mamma accanto nemmeno. E poi c’era tutto quel verde: un parco grazioso, quieto, profumato di fiaba. Sarebbe stato bello rimanere lì, fino al tramonto. Ma qualcos’altro attendeva.

Tavolini bianchi, piantine fiorite in graziosi vasetti che spuntavano qua e là. Il solito posto che sapeva tanto di casa. Il solito posto brulicante di pasticcini alla frutta, crostate alla marmellata e camerieri dai volti ben noti. Biancolatte accoglieva a braccia aperte anche il primo di quel nuovo mese che rendeva tutti tanto pigri. Una sicurezza tiepida, confortante. Come il risolatte, del resto. Sempre lui, con le sue note d’arancio e l’immancabile spruzzata di cannella. Quel dolce sapore dalle note magiche, capaci di riaccendere ogni animo stanco e rattristato, come fossero il canto della primavera più rigogliosa. 

La mano della mamma, un’altalena nel verde, il candore del risolatte appena fatto. Nulla di più bello per iniziare quel nuovo mese di tanta sperata serenità…


Related Posts

Through Coco Mademoiselle

Through Coco Mademoiselle

Fragrances usually distort smells. They change something in the air, spreading their unique scent. It’s a sort of charm, invisible to the eye, which is also perceived differently by everyone. You can be delighted by a particular perfume, whereas you may not bear another. It’s […]

Scorze d’arancia

Scorze d’arancia

Fresca, dolce e frizzante. La fragranza agrumata non passa mai di moda. Sarà forse il suo gusto particolare, o, più probabilmente, il fatto che rimandi subito ai frutti del sole. Si parla di limoni, mandarini e soprattutto arance. Le regine nel campo degli agrumi. La […]