L’eroico trionfo di Ramses II sulle note della Quarta

L’eroico trionfo di Ramses II sulle note della Quarta

La Quarta di Beethoven. Eroica. Uno scorrere di note che conduce il pensiero lontano, fino a farsi testimone di un trionfo.

Fluttua il tempo, Chailly dirige dal prospetto del palco, evocando il passato più remoto. La bacchetta oscilla, si trasforma, si fa ramo di palma sventolato a ritmo. L’Antico Egitto, con le sue dune sabbiose, le memorie geroglifiche e il Nilo azzurro, appare. Il mezzo di un trionfo. Il Faraone aveva mostrato la sua potenza fino ai confini estremi della terra. Ramses II aveva conquistato la sua vittoria: i suoi successi splendevano alla luce del sole.

Un altro movimento comincia. Chailly continua a tessere la trama del racconto; lo scenario si modifica appena. La processione vittoriosa ha fatto il suo corso, il bottino e i prigionieri giungono a destinazione. Ecco parte del loro fine: l’altare di Amon, padre del Faraone; a questi il figlio deve tutta la gloria di cui ha potuto ricoprirsi. La parte migliore del tesoro conquistato viene innalzata al cielo, ai suoi onnipotenti abitanti: degno ringraziamento per la vittoria ottenuta. 

Le battute finali giungono sotto i crini degli archetti: l’eroica memoria egizia si interrompe, riportando l’attenzione sul palco. L’ultimo gesto, silenzio fu. Dolce sapore rimane sulle labbra, dopo aver potuto bere l’acqua del Nilo antico, scaturita dalle note della Quarta Sinfonia.

Da un concerto della Sinfonica della Scala: la Quarta Sinfonia di Beethoven.

Da: La vita quotidiana in Egitto ai tempi di Ramses, di P. Montet 


Related Posts

Praline di Fuorisalone: day 6

Praline di Fuorisalone: day 6

E per finire in bellezza…un pomeriggio tra rose e fiori. O meglio, tra ROSA e fiori. Si parla di Stranger Pinks: una delle chicche più raffinate di tutto il Fuorisalone. Una casetta delicata immersa in una via ricca di giardini, verde e boccioli profumati. Come […]

Cappuccino e girella all’uvetta

Cappuccino e girella all’uvetta

Ci sono certe mattine in cui ci vuole un buon motivo per alzarsi dal letto. Un motivo non scontato, che non sia non la prospettiva della solita colazione. Un cappuccino e una girella di pasta sfoglia cadono a pennello; tanto più se serviti in uno […]