Delizie da passerella

Delizie da passerella
Dolce & Gabbana: Occhiali da sole, Tostapane Smeg Special Edition, Profumo Light Blue

Dalla Trinacria con tutti i colori che tale terra sa offrire. Dalle pendici dell’Etna, fino alle botteghe di terracotte dipinte a mano, che si affacciano ridenti sulla costa. Passando sotto un mandorlo, ovviamente.

Chanel: Profumo Chanel n°5

“Da qualche parte oltre l’arcobaleno, il cielo è azzurro e i sogni impossibili diventano realtà.”

(Da: Il Mago di Oz)

Le tazze si colmano di meringhe spumose, l’eleganza si diffonde anche da un semplice sorso di tali dolcezze.

Furla: Sneakers bianco perlato

A spasso per i borghi, scoprendo angoli nascosti. Luci soffuse, odore di pane biscottato e latte fresco. Un vassoio giunge a popolare la vetrina: cedere alla tentazione?

Iginio Massari: Panettone Bresciano

Milano non sarebbe la stessa senza il suo più soffice regalo da mettere sotto l’albero quando si avvicina il Natale. Prima di inaugurare la fetta d’inizio, una calda stretta tra le braccia pare di dovere.

Chanel: Profumo Coco Mademoiselle

Un inchino per l’esimia signora: sottile, raffinata, indiscussa regina delle paste da intingere nel tè. Sono giusto le cinque: si prepari il servizio d’argento…

Borsalino: Panama Classico

“Ego apis Matinae, more modoque grata carpentis thyma.”

(Orazio)

Con l’esempio dell’ape Matina, al lavoro dal mattino presto, tra tele e pennelli, con le dita ancora sporche di nettare dorato.

Rolex: Orologio da polso con quadrante oro

“Povero me, povero me, arriverò in ritardo!” Disse il Bianconiglio.

(Da: Alice nel Paese delle Meraviglie, di L.Carrol)

 È giusto l’ora adatta per cogliere i colori dell’orto… le tinte attendono solo di tuffarsi nell’insalatiera ed essere completate da un filo d’olio d’oliva.

Tiffany & Co.: Bracciale con ciondolo a cuore

“Quando non ho più blu, metto del rosso.” Dice Picasso. Mancando anche il rosso, si può sempre passare all’arancio. Le tortine agli agrumi fanno al caso del pittore.

Prada: Profumo Prada Candy Night

Cioccolato e frutti rossi. Con una scorza d’arancia candita. Nessuna scatola di praline potrebbe avere aromi migliori, che si liberano, sollevando il coperchio di questo vaso di Pandora. E c’è chi dice che tale scrigno abbia la forma di una boccetta di profumo.

Staub: Mini Cocotte rossa

Tutti in fila, come ordinati soldatini. Pronti alla battaglia, come a tuffarsi nella salsa di pomodoro ribollente in pentola. Che uniformi lavorate: merito delle mani che le hanno cucite una a una.

Chanel: Profumo Chanel n°5

Candore, nuovole spumose, un pizzico di cannella sulla cima. Pura e semplice dolcezza. Perché, in fondo…

“La semplicità è la nota fondamentale di ogni vera eleganza.” 

(Coco Chanel)

Louis Vuitton: Borsa edizione speciale 2018

Scatto felino, obiettivo individuato. Una tortina alla carota così invitante, da abbandonare il consueto pisolino in borsetta…

Chanel: Borsa classica nera; Profumo Chanel n°5

Settimana bianca in vetta, sia a Cortina o Courmayeur. Spiccare sulla neve: questo deve essere l’intento.

Jimmy Choo: Tacchi Romy 80

“…Ma allora siete davvero la mia fata madrina!” “Beh, certo, non mi metto mica a trasformare zucche per il primo che passa!”

(Dal film: Cenerentola)


…bibidibobidibù! Che le migliori zucche del sottobosco si preparino a trasformarsi in dolci squisitezze. Scintillii di bacchette, tacchi e stoviglie: mille luci si confondono nell’ombra della cucina.

Max Mara Weekend: Pasticcino Bag a righe

Sabbia sul fondo della borsa, frutta fresca portata dai contadini e salsedine nei pensieri. Mille sfumature si mescolano nell’imprevedibile succedersi delle giornate estive. 

Chanel: Profumo Chanel n°5

“Per Konstantin Levin la campagna era un luogo di vita, cioè di gioia, di sofferenza e di lavoro; per Sergej Ivanovic la campagna era, da una parte, il riposo dal lavoro, dall’altra un utile controveleno alla corruzione, ch’egli prendeva con piacere, consapevole della sua efficacia.”

(Da: Anna Karenina, di L.Tolstoj)

Fascino di campi coltivati, casupole dai camini fumanti e frinire di grilli. Un luogo per meditare, per ritornare alla terra, nostra origine comune. E i sapori aiutano; e i profumi con loro: giochi di sensazioni che rievocano radici passate.

Dolce & Gabbana per Smeg: tostapane decorato – per Pastificio di Martino: spaghetti di Gragnano

E così, anche quei “mangiamaccheroni” degli italiani, tanto ironizzati,  si potranno ritenere soddisfatti. Non solo dalla pasta e dal suo sughetto, quanto dalla cornice di colore che circonda il loro piatto.

Chanel: Profumo Coco Mademoiselle

Inconfondibili anche nell’ombra: note dolci, avvolgenti, che ricordano i pomeriggi a casa della nonna, tra nuvole di farina e storici ricettari. 

Burberry: foulard di seta con stampa


“Che te magni? “

“Pane. “

“E che ci metti dentro?”

“Fantasia, marescia’.”

(Dal film: Pane, amore e fantasia)

Gucci Garden: anello floreale in argento

“Le partite di scacchi sono la pietra di paragone dell’intelletto.”

(Goethe)

Oppure, più semplicemente, i pasticcini ideali per accompagnare una tazza di tè, servito nel cuore di un intrigante giardino.


Related Posts

Primavera in borsetta

Primavera in borsetta

Come non accettare davanti alla proposta di un pomeriggio assolato tra le vie milanesi? Magari alla ricerca di una borsa nuova…che sia per una scampagnata, come per uno dei primi aperitivi estivi. Il posto migliore rimane la cara “Rina”. Sempre brulicante di novità e colori. […]

Through Coco Mademoiselle

Through Coco Mademoiselle

Fragrances usually distort smells. They change something in the air, spreading their unique scent. It’s a sort of charm, invisible to the eye, which is also perceived differently by everyone. You can be delighted by a particular perfume, whereas you may not bear another. It’s […]